PRÉSENTATION

Ensemble pour l’Europe veut répondre à l’exigence d’une « culture de la réciprocité » : c’est un réseau oecuménique qui rassemble et unit. En lui, les personnes et les peuples peuvent s’accueillir mutuellement, se connaître, se réconcilier, apprendre à s’estimer et à se soutenir réciproquement comme famille de peuples frères.

Ensemble pour l’Europe est un chemin de communion, une libre convergence de Communautés et de Mouvements chrétiens de différentes Églises, répartis sur tout le continent. Tout en gardant leur autonomie, ils travaillent ensemble à des objectifs communs, en apportant la contribution de leur charisme propre, dans le respect de la diversité.

Ensemble pour l’Europe veut répondre à l’exigence d’une « culture de la rencontre et de la réciprocité » : c’est un réseau oecuménique qui rassemble et unit. En lui, les personnes et les peuples peuvent s’accueillir mutuellement, se connaître, se réconcilier, apprendre à s’estimer et à se soutenir réciproquement comme famille de peuples frères.

Depuis 2018, dans de nombreuses villes européennes, il s’engage pour la « Journée de l’Europe » (9 mai) à témoigner dans des activités locales d’une esquisse d’Europe unie et solidaire.

Ensemble pour l’Europe veut valoriser les charismes des Communautés et des Mouvements pour le bien de l’humanité. Il veut traduire les valeurs chrétiennes en réponses concrètes aux défis actuels.

Il promeut des activités en faveur de la réconciliation et de la paix, de la protection de la vie et de la création, d’une économie équitable, de la solidarité avec les pauvres et les marginaux, de la famille, du bien des villes et de la fraternité sur le continent européen.

 

Notre Vision de l’Europe

Les 7 OUI

Manifeste « Ensemble pour l’Europe 2012 »

Message « Ensemble pour l’Europe 2016 »

Les Bases de la Communion

Message « Ensemble pour l’Europe 2007 »

Les 5 Clés

Message « Ensemble pour l’Europe 2004 »

Paroles de quelques initiateurs et représentants

La Visione di Insieme per l'Europa

“Perché vogliamo fare questo? Perché noi amiamo l’Europa, ma la vediamo non come dovrebbe essere. Pensiamo infatti che anche se il processo di unificazione avverrà e per intero, l’Europa non sarà ancora quella che noi desideriamo. Mancherà a lei forse ciò che è più importante, proprio la parte spirituale.” “Ogni movimento, comunità, opera, è una risposta alla notte collettiva che domina il mondo. E proietta una luce nata dallo Spirito Santo, che è risposta a quella particolare oscurità e costruisce reti di fraternità. Occorre, ora più che mai, allargare queste reti e, nell’amore reciproco, comporre una grande rete di fraternità universale”.

Chiara Lubich

Movimento dei Focolari (+14 marzo 2008)

“Ciò che abbiamo da dire non sono solo idee, ma fatti sperimentati e vissuti fra noi. Per questo vorrei dire che l’Europa può essere contenta di avere al suo cuore un popolo di Dio che da tempo sta attuando questa unione, questa cooperazione, questa comunione. Ne è nata una rete e siamo contenti di far diventare l’Europa una realtà, uno spazio in cui c’è la gioia di vivere.”

 

Helmut Nicklas

CVJM München (+12 agosto 2007)

“Insieme per l’Europa deve diventare nei paesi europei un movimento di sentimenti, di idee… perché una corrente di passione per l’unità travolga le rigidità e le frontiere. Non è una bella manifestazione, ma l’espressione di un destino che sentiamo come vocazione per noi cristiani, come chance per i nostri concittadini, come dono al mondo intero. E’ una corrente profonda della storia. E questa corrente, alla fine, sarà travolgente e coinvolgente.”

 

Andrea Riccardi

Comunità di Sant’Egidio

“Unità è possibile, unità è una realtà: lo sperimentiamo insieme. Gesù ha abbattuto le barriere, noi ci siamo trovati gli uni e gli altri, ci siamo capiti profondamente, dal di dentro e questa è per me la cosa più grande. Naturalmente non ci si ferma a questa comunione, ma ci porta a Insieme per l’Europa, per la nostra società”.

Gerhard Pross

CVJM Esslingen

“Se scopriamo i valori di Dio, credo che tutto l’uomo potrà nuovamente respirare e anche tutta la società respirerà. E insieme rendere visibile questo spazio interiore, dove dimora Dio, e aiutare gli uomini a trovarlo”.

Suor Anna-Maria aus der Wiesche

Christusbruderschaft Selbitz (+ 31 agosto 2020)

“In Insieme per l’Europa non parliamo di ecumenismo, è una realtà che viviamo insieme. Dal punto di partenza dell’unità possiamo andare avanti… venendo da esperienze diverse, espressioni diverse, ma uniti per una missione comune, uno scopo comune che è dire all’ Europa: ‘ È possibile vivere in unità, è possibile manifestare la riconciliazione ed è possibile far vedere che c’è vita e speranza per il nostro continente’”.

Michelle Moran

Sion Community

“Per me questi momenti sono come la faccia visibile dell’iceberg, questo corpo di Cristo presente nel mondo per dare un’anima, per essere il sale della terra”.

Christophe D’Aloisio

Fraternité orthodoxe en Europe occidentale

“Stiamo percorrendo la strada aperta dai fondatori dell’Europa e da tutti quegli uomini che, nel corso della storia, hanno rifiutato la fatalità dei conflitti e si sono impegnati a far cadere le barriere. La vera sfida di oggi è il domani. Sapremo trasformare quest’impulso di fraternità in una realtà in grado di influire sul futuro dell’Europa?”.

Gérard Testard

Efesia

“C’è un grande desiderio di levare insieme la nostra voce, non stando sulla difensiva con le spalle al muro, e non solamente per reagire alle miserie che ci hanno colpito in Europa, ma per dare delle risposte attinte dal Vangelo e non solo con le parole, ma anche concretamente, con i fatti”.

Walter Heidenreich

FCJG Lüdenscheid

“L’Europa si sta allargando e si sta unendo, e vogliamo cercare di cogliere gli stimoli che vengono da Dio e di incarnarli nella realtà dei nostri Movimenti. E che questo momento storico è arrivato, lo vediamo anche dal fatto che i Movimenti stanno cooperando. E’ mio desiderio che l’Europa ritrovi la sua anima cristiana, che sia ravvivata attraverso l’agire dello Spirito Santo. E vorrei esserci in questa impresa appassionante”.

Pastore Friedrich Aschoff

Geistliche Gemeindeerneuerung in der Evangelischen Kirche

“Noi sentiamo che questo processo in atto in Europa, che va verso un’Europa comune, è un chiaro segno dei tempi. E i segni dei tempi sono voci di Dio. Il cristianesimo non dovrebbe essere solamente una sovrastruttura religiosa, ma dovrebbe prendere tutta la persona”.

Padre Michael Marmann

Schönstatt-Bewegung (+ 26 febbraio 2019)

“Credo che ci sarà un’unica realtà da dare: rendere di nuovo visibile l’amore di Dio attraverso la nostra vita, ma anche mostrando la nostra gioia, la nostra comunione, questa molteplicità di Comunità e di Movimenti che testimoniano nuovamente che Dio ci ama”.

Frances Ruppert

Cursillos de Cristiandad

“Nel nostro Insieme portiamo Gesù alle persone. Negli sconvolgimenti del nostro tempo dipendiamo dalla sua vicinanza. In tutte le ferite e le fratture, cerchiamo Lui e la sua vicinanza. Il Patto di amore reciproco che stringiamo per amore di Gesù è il centro organico di Insieme per l’Europa”.

Thomas Roemer

CVJM München

Un peu d’Histoire

Des rencontres marquantes et moments de communion qui représentent les étapes d’un parcours commun.

5
1999
5
2000
5
2001
5
2002
5
2003
5
2004
5
2007
5
2007
5
2009
5
2012
5
2016
5
2017
5
2018
5
2019
5
2023
1999

In occasione della storica firma della “Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione” il 31 ottobre 1999, arrivano ad Augsburg (Germania) responsabili di diversi Movimenti e Comunità, cattolici ed evangelici, dall’Italia e dalla Germania. Nel pomeriggio dello stesso giorno si incontrano nel vicino Centro ecumenico di Ottmaring. Sperimentano una comunione profonda tra loro e avvertono l’impulso di iniziare un cammino insieme.

2000

Al “Treffen von Verantwortlichen” (Convegno dei Responsabili) a Rothenburg o.d.T. (Germania) nel mese di marzo, il Vescovo luterano Ulrich WilckensChiara Lubich parlano della “divisione dei cristiani come causa dell’ateismo” e dell’”amore scambievole come via dell’unità”. In seguito avviene un evento profetico: reciprocamente ci si chiede perdono a nome della propria Chiesa o del proprio Movimento per i torti del passato. E’ un atto di contrizione e un perdonarsi reciprocamente ed avviene la riconciliazione. Vivere da riconciliati è una premessa importante per Insieme.

2001

Al mattino dell‘8 dicembre, si incontrano a Monaco di Baviera 800 responsabili di Movimenti e Comunità di diverse Chiese nella chiesa evangelica di S. Matteo. Sull’invito spontaneo di Chiara Lubich, Helmut Nicklas e Padre Michael Marmann, i presenti stringono un patto di amore scambievole (cf. Gv 13,34). Esso diviene la base di tutto ciò che finora è cresciuto sul cammino di Insieme. Nel pomeriggio dello stesso giorno si radunano circa 5.000 membri ed amici di Comunità e Movimenti nel duomo e si percepiscono come fratelli e sorelle in Cristo.

2002

Per conoscere meglio – nello spirito del patto compiuto – qualche Movimento cattolico, alcuni evangelici del “Treffen von Verantwortlichen” (Convegno dei responsabili) si mettono in viaggio per Roma. Durante questi incontri, emerge la consapevolezza che nei Paesi d’Europa sono presenti tante Comunità e Movimenti. Nasce l’idea, di dare visibilità a questa esperienza di fratellanza vissuta nel continente europeo. Prende così inizio la rete che si chiamerà Insieme per l’Europa.

2003

In giugno si radunano dei rappresentanti della Germania e dell’Italia a Berlino (Germania) per dare concretezza all’idea. Prendono la decisione di invitare membri di Movimenti e Comunità di diverse Chiese di tutta Europa per un grande incontro a Stoccarda (Germania). Iniziano così i preparativi per la prima manifestazione di Insieme per l’Europa. A questo scopo si dà vita spontaneamente ad un “Comitato d’Orientamento” internazionale.

2004

La Manifestazione “Insieme per l‘Europa 2004” si articola in due  momenti. Il 6 e 7 maggio si svolge il Congresso con il tema “Scoprire insieme le ricchezze spirituali e condividerle”. Partecipano circa 2.000 persone da numerosi Paesi d’Europa.

Alla grande Manifestazione l‘8 maggio si riuniscono nella Hanns-Martin-Schleyer-Halle più di 9.000 persone, provenienti da 186  Comunità e Movimenti diversi. Si vuole dare un contributo per un‘Europa unita, un’unità nella molteplicità delle culture e delle confessioni. La Manifestazione viene trasmessa via satelliti in tutto il mondo: in 163 eventi paralleli possono seguire altri 100.000 persone. Questo suscita l’Insieme di Movimenti e Comunità anche in altre parti del mondo …

 

2007

Nel secondo evento col titolo “Insieme per l‘Europa“, nuovamente a Stoccarda, il numero delle Comunità e dei Movimenti coinvolti è salito a 250. Il Congresso di due giorni, il 10 e 11 maggio, si svolge col titolo “Insieme in cammino”; si riflette sulle esperienze fatte finora insieme e si approfondisce la comunione tra tutti. Nella grande Manifestazione del 12 maggio viene in evidenza come i Movimenti e le Comunità si impegnano per la tutela della vita e del creato, per la promozione della famiglia, per la solidarietà con i poveri, per la pace e per un’economia equa e che sono pronti ad assumersi responsabilità nella società. Tutto ciò trova espressione nel messaggio finale attraverso i 7 SÌ. Come già nel 2004, si svolgono manifestazioni parallele in tutta Europa…

2007

Nel dicembre del 2007 a Castel Gandolfo (Roma) si è tenuto per la prima volta l’Incontro degli “Amici di Insieme per l’Europa”. Ad esso partecipano i responsabili di Movimenti e Comunità che sostengono la rete ecumenica o i loro rappresentanti, a livello europeo. Da allora l’Incontro si tiene ogni anno, in una diversa nazione; esso serve a rinsaldare la comunione tra i responsabili, ad affrontare tematiche attuali e ad orientare l’azione di Insieme per l’Europa. Durante la pandemia si è tenuto per due volte in modalità online. 

2009

Nel frattempo si è avviato in tante città un cammino d’Insieme tra Comunità e Movimenti. Per promuoverlo, si svolgono manifestazioni nazionali in Austria, Belgio, Bulgaria, Francia, Germania, Irlanda del Nord, Italia, Svizzera, Slovacchia, Slovenia e Ungheria.

Il 9 novembre, nella sede di Sant’Egidio, a Roma, vengono firmate le “Basi della comunione”.

2012

Un evento di Insieme per l‘Europa si svolge il 12 maggio a Bruxelles, nei pressi delle sedi dell’Unione Europea. Parallelamente avvengono in più di 150 città di 22 Nazioni europee incontri e manifestazioni locali. Alla fine della giornata, con un Live-Streaming sono tutti collegati con Bruxelles per una conclusione comune; viene letto il Manifesto 2012.

2016

Il 2 luglio 2016 a Monaco di Baviera una Manifestazione dal titolo “Incontro. Riconciliazione. Futuro.” mostra pubblicamente il desiderio dell’unità, in vista dei 500 anni della Riforma di Lutero. Papa Francesco e il Patriarca Bartolomeo I inviano messaggi significativi; risuonano forti le testimonianze di riconciliazione. Oltre 5.000 persone da diversi Paesi europei sono presenti in piazza, più di 7.000 i punti d’ascolto via Live-streaming in 7 lingue. Qui il messaggio finale>

La Manifestazione è preceduta da un Congresso (30.6-1.7.) con 1.700 partecipanti di oltre 200 Movimenti e Comunità da 32 Paesi. 17 forum e 19 tavole rotonde riflettono sulle sfide scottanti per l’Europa di oggi.

2017

À l’occasion du 60e Anniversaire des Traités de Rome, une grande Veillée de prière œcuménique s’est tenue dans la basilique des Saints-Apôtres à Rome, présidée par le cardinal Kurt Koch. Était également présent David M. Sassoli, le futur président du Parlement européen. La forte participation de la population et des personnalités civiles et ecclésiastiques a constitué la toile de fond d’une célébration intense. Dans 56 autres villes européennes, des moments de prière similaires se sont déroulés avec solennité.

2018

Una proposta di Amici olandesi e italiani – emersa l’anno precedente durante l’incontro degli Amici di Insieme per l’Europa a Vienna – si concretizza per la prima volta: scegliere il 9 maggio, Giornata dell’Europa, come data in cui esprimere e testimoniare pubblicamente le idee e i valori che animano la rete.

D’allora si svolgono ogni anno, intorno a questa data, le più diverse iniziative in molte città, sia in presenza che online, a livello locale, nazionale o a livello transfrontaliero.

 

2019

A 20 anni dalla sua nascita i responsabili della rete ecumenica si incontrano lì dove essa ebbe inizio, nel Centro Ecumenico di Ottmaring e poi nel Municipio di Augsburg. Giornate di bilancio e di sguardo in avanti, di gratitudine per il cammino percorso, di nuova visione e della coscienza di importanti sfide. 

2023

Au fil des années, des Comités nationaux, aujourd’hui présents dans 9 pays européens, et de nombreux comités locaux se sont développés.

Cette année, la réunion des « Amis d’Ensemble pour l’Europe » a lieu à Timisoara en Roumanie, l’une des capitales culturelles de l’Europe. Pour la première fois, une réunion a lieu dans un pays à majorité orthodoxe, dans une ville multiculturelle, multilingue et multiconfessionnelle. La présence de jeunes, d’évêques de différentes Églises et d’hommes politiques a caractérisé la rencontre, qui n’avait jamais été aussi nombreuse.

Prix et Reconnaissances

Prix Oecuménique 2008

Prix Oecuménique 2008

Le 15 novembre 2008, à Stuttgart, l’association allemande « Initiative Unité des Chrétiens » a conféré à Ensemble pour l’Europe le Prix Œcuménique 2008. La motivation du prix indique que, partant des valeurs évangéliques, les Communautés et Mouvements membres d’Ensemble pour l’Europe ont une influence dans des domaines variés de la société en réveillant les racines chrétiennes du continent européen.

Médaille du Président italien 2012

Médaille du Président italien 2012

Le 12 mai 2012, le Président de la République italienne, Giorgio Napolitano, a remis à Ensemble pour l’Europe une médaille commémorative en remerciement pour les initiatives réalisées.

Prix européen St. Ulrich 2014

La Fondation européenne Saint-Ulrich a conféré à Ensemble pour l’Europe le Prix Européen Saint-Ulrich 2014 en reconnaissance de son action visant à construire des ponts en Europe par des gestes de réconciliation et d’amitié enracinés dans l’Évangile. Le prix a été conféré le 3 mai 2014, à Dillingen, en Allemagne.

Patriarca Bartolomeo I

Patriarca Bartolomeo I  2016

Fin dal suo nascere, il Patriarca Ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I aveva sostenuto il cammino di Insieme per l’Europa, esprimendo varie volte il suo incoraggiamento. In occasione della grande Manifestazione in piazza a Monaco di Baviera del 2 luglio 2016, ha voluto nuovamente farsi presente con un suo Messaggio video>  Testo in italiano>. 

David M. Sassoli

David M. Sassoli 2020

Nel pieno della pandemia Insieme per l’Europa ricorda la Festa dell’Europa, raggiungendo molte persone per via telematica. Informato di ciò, l’allora Presidente del Parlamento Europeo, David M. Sassoli, risponde: “i progetti politici vivono anche di spiritualità”. Vedi la sua lettera>. Alla Veglia Ecumenica di Insieme per l’Europa nel 2017 egli aveva rilasciato questa intervista>

Papa Francesco

Papa Francesco 2020

In occasione della Pasqua 2020, Insieme per l’Europa si era fatta presente dal Vescovo di Roma, apprezzando il suo appello ad affrontare uniti la pandemia. Il Sostituto alla Segreteria di Stato risponde dopo alcuni giorni a nome del Papa. Vedi la sua lettera>  La stima del Papa verso la nostra rete ecumenica era già emersa durante la grande Manifestazione del 2016 a Monaco con un messaggio video>.

Il Comitato d’Orientamento

I promotori di Insieme per l’Europa sono i responsabili di 40 Movimenti. Di comune accordo, alcuni di essi costituiscono il “Comitato d’Orientamento”. Custodiscono e promuovono lo spirito che anima ogni iniziativa di Insieme per l’Europa.

 

Membri dell’attuale Comitato d’Orientamento

Membri dell'attuale Comitato d'Orientamento 1
Membri dell'attuale Comitato d'Orientamento
  • Philipp Barthel, CVJM München, Deutschland
  • Martin Bühlmann, Vineyard, Suisse
  • Matthias Bühlmann, Vineyard, Suisse
  • Giuseppe Del Coiro, Comunità Quinta Dimensione, Italia
  • François Delooz, Comunità di Sant’Egidio, Belgique
  • Georges El Hage, Syndesmos, France
  • Johannes Fichtenbauer, European Network of Communities, Österreich
  • Sr. Nicole Grochowina, Christusbruderschaft Selbitz, Deutschland
  • Valerian Grupp, Evangelisches Jugendwerk in Württemberg, Deutschland
  • Sonja Jančikova, European Network of Communities, Slovensko
  • Margaret Karram, Movimento dei Focolari, Italia
  • Walter Kriechbaum, CVJM München, Deutschland
  • Herbert Lauenroth, Movimento dei Focolari, Deutschland
  • Pfr. Matthias Leineweber, Comunità di Sant‘Egidio, Deutschland
  • Jesús Moran, Movimento dei Focolari, Italia
  • P. Raffael Rieger, Schönstatt, Schweiz
  • Thomas Römer, CVJM München, Deutschland
  • Sr. M. Lioba Ruprecht, Schönstatt, Deutschland
  • P. Hans-Martin Samietz, Schönstatt, Deutschland
  • Maria Spesova, European Network of Communities, Slovensko
  • Ilona Toth, Movimento dei Focolari, Hungary
  • Frans Verkaart, Movimento dei Focolari, Nederland
  • Maria Wienken, Movimento dei Focolari, Deutschland

Partner

Sono oltre 300 i MOVIMENTI e le COMUNITÀ nei vari Paesi che aderiscono a Insieme per l’Europa

 

  • mostra tutti i partner
  • Belgique
  • Deutschland
  • England
  • Ireland
  • Europa
  • France
  • Italia
  • Nederland
  • Norge
  • Northern Ireland
  • Österreich
  • Polska
  • Portugal
  • Russia
  • Schweiz
  • Scotland
  • Slovenija
  • Sverige